Assistenza tributi locali

Quello dei tributi locali è un settore particolare divenuto di importanza fondamentale negli ultimi anni. Oggi la materia è parecchio articolata ed è divenuta una branca specializzata della fiscalità. Il contribuente deve fronteggiare i tributi legati agli immobili posseduti, come IMU, TA.RI e TASI.

L’Imposta Municipale Unica, l’IMU

L’IMU è un’imposta, che si applica al possesso a vario titolo di immobili (fabbricati, terreni e aree fabbricabili) come definiti ai fini ICI dall’art. 2 del D. Lgs. 504/1992, escluse le abitazioni principali, ad eccezione di quelle di lusso classificate catastalmente come A1- A8 - A9.  Suddivisa in acconto (da pagare a giugno) e saldo (di solito a novembre) per calcolarla occorre conoscere:

- i dati catastali relativi all’immobile oggetto del calcolo;

- informazioni relative agli utilizzi dell’immobile (es. immobile tenuto a disposizione, locato, concesso in uso gratuito ecc.);

- informazioni relative alla presenza di condizioni che potrebbero ridurre l’imposta (es. immobile inagibile, storico ecc.).

La Tariffa Rifiuti, la Ta.ri

La TARI è il corrispettivo che il Comune richiede a fronte del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti sul proprio territorio. Quale presupposto per l’applicazione del tributo viene considerata l’occupazione di locali ed aree scoperte che si trovano sul territorio del Comune. Sono tassati i locali di immobili adibiti a qualunque destinazione, con le relative pertinenze, e le aree scoperte che non siano accessorie.

Sono inoltre escluse le parti comuni del condominio, quali indicate all’art. 1117 del codice civile. La base su cui calcolare la TARI è la superficie calpestabile di unità immobiliari, iscritte o iscrivibili nel catasto urbano, suscettibili di produrre rifiuti. Il Caf San Giovanni si occupa anche di questo tributo.

La Tariffa sui Servizi Indivisibili, la Tasi

Tasi costituisce l'acronimo di Tassa sui Servizi Indivisibili, l’imposta comunale istituita dalla legge di stabilità 2014. Riguarda i servizi comunali rivolti alla collettività, come ad esempio la manutenzione stradale o l’illuminazione comunale. La Tasi è pagata da chi possiede o detiene, a qualsiasi titolo, fabbricati e aree edificabili, ad eccezione, dei terreni agricoli e dell'abitazione principale. Sono invece soggette al pagamento della Tasi le abitazioni principali classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

In caso di locazione finanziaria, la Tasi è dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto (per durata del contratto di locazione finanziaria deve intendersi il periodo intercorrente dalla data della stipulazione alla data di riconsegna del bene al locatore, comprovata dal verbale di consegna).